Mensaje de error

Notice: Trying to get property of non-object en og_context() (línea 232 de /web/htdocs/www.lipsim.com/home/drupal/sites/all/modules/contrib/og/og_context/og_context.module).

Seminari LIPsiM 2017 “ L’Inserimento della Psicoanalisi Multifamiliare nel percorso terapeutico della Comunità Maieusis, in particolare nella fase di svincolo dell’assistito, durante il Programma Semiresidenziale.” a cura di D.Catania e M. Smargiassi

L’uomo è, fin dalle origini, “uomo gruppo”, e le relazioni interne vanno intese come relazioni tra

un soggetto e altre presenze: gruppi interni. Il mondo interno si forma sulla base delle relazioni, tra

soggetto e altre presenze con le quali l’Io originariamente si confonde e dalle quali per tutta la vita

cercherà poi di distinguersi alla ricerca della propria creatività e autenticità.

In presenza di traumi e grave sofferenza psichica, il bambino si sintonizza coattivamente alle

richieste ambientali, perde contatto con i propri bisogni; ne deriva una frammentazione che scinde

un vero sé che si atrofizza ed un falso sé su base compiacente.

Secondo la teorizzazione di Badaracco, queste identificazioni si organizzano come parti scisse della

mente, come "oggetti che fanno impazzire", che costringono il paziente a ricorrere a identificazioni

mimetiche con le figure parentali. Particolari costellazioni familiari imprigionano così le singole

persone nel corso della crescita. Le interdipendenze patologiche e patogene intrappolano la persona

e la paralizzano. Per il pz e la famiglia, il faticoso inserimento in comunità terapeutica rappresenta

la prima tappa di allentamento e graduale destrutturazione di tale rapporto simbiotico.

Il confronto con gli operatori, il rispecchiamento tra pari, l’integrazione di risorse terapeutiche,

come la psicoanalisi individuale, le terapie di gruppo, la terapia familiare e la psicoanalisi

multifamiliare, mirano a ristrutturare i legami patologici del pz con il suo ambiente e quindi a

promuove il cambiamento, l’autenticità e l’autonomia.

Durante il Programma Semiresidenziale, che segue alla fase Residenziale del percorso terapeutico

proposto dalla Comunità Maieusis, gli assistiti non abitano in famiglia, ma abitano da soli e sono

aiutati a sviluppare la loro autonomia, in casa e sul territorio; frequentano il Centro Diurno, dove

svolgono attività di psicoterapia e si cimentano in un lavoro protetto (laboratorio di mosaico).

In questa fase, l’inserimento della Psicoanalisi Multifamiliare nella Terapia di Comunità, può

favorire il processo di svincolo dell’assistito e della sua famiglia, attenuare le angosce di

separazione e promuovere nuove modalità di relazione.

Image: 
data_evento: 
Viernes, 15 Diciembre, 2017 - De 15:00 hasta 18:00